Master

Service Innovation & Digital Transformation - II edizione

I livello
II
Annuale
Weekend alterni (sabato e domenica)
Italiano
60
Blended

APERTE LE ISCRIZIONI
Inizio Ottobre 2022


Borse di studio INPS

Procedura selettiva Master Executive INPS 2021-2022

Pubblicazione liste idonei INPS

 

Finalità

Le nuove tecnologie stanno dando vita a enormi cambiamenti nei processi di gestione ed erogazione dei servizi, ma anche nelle aspettative e nelle richieste che i cittadini rivolgono alle Pubbliche Amministrazioni e alle aziende in generale. Tecnologie come l’Internet delle Cose (IoT), l'intelligenza artificiale, i social media, etc. richiedono una formazione ad hoc in merito a come utilizzarli adeguatamente nei processi di progettazione dei servizi, affinché si realizzi un'innovazione che non è solo digitale, ma anche sociale ed economica.

Le aziende private già hanno iniziato a trarre beneficio dai nuovi strumenti e processi di trasformazione digitale, adeguando quasi completamente le modalità di gestione interne, la relazione con il cliente e il suo coinvolgimento, i modelli di business, etc. mentre le amministrazioni pubbliche faticano a reggere il passo; eppure, i vantaggi in termini di efficienza, trasparenza e impatti sociali sono evidenti e favorirebbero in modo decisivo prima di tutto i cittadini.

Con la recente emergenza legata alla pandemia da Covid-19, è emersa con chiarezza l'importanza di non fare esclusivo affidamento ai punti di contatto fisici con la PA e con gli altri servizi sul territorio. Allo stesso tempo si sono potute apprezzare le best practice messe in atto dalle amministrazioni e dalle imprese virtuose, che, tuttavia, rimangono ancora casi troppo rari e isolati. Nella maggioranza dei casi soprattutto gli enti pubblici si sono fatti trovare impreparati: chiamati a reagire a un evento imprevedibile, le risposte sono state spesso inadeguate, nonostante l’attenuante del contesto emergenziale.

Pubbliche Amministrazioni e imprese devono quindi rapidamente evolvere nel modo di pensare e di agire, in modo da rispondere ai cambiamenti che si sono profilati. Il riferimento legislativo più importante è sicuramente quello al PNRR, che inserisce come Missione n.1 la digitalizzazione come "innovazione del Paese in chiave digitale, grazie alla quale innescare un vero e proprio cambiamento strutturale".

Il Master è progettato per mettere alla prova i dipendenti delle aziende pubbliche e private, creando i presupposti per sviluppare le conoscenze, le abilità e l'attitudine per poter innovare, sfruttando le tecnologie digitali per fronteggiare le sfide nel settore dei servizi al cittadino e a tutti gli altri stakeholder. La figura professionale che il master intende formare sarà in grado, a partire dalla conoscenza generale dei processi sociali, economici e tecnologici del mondo dei servizi, di gestire problemi complessi, in modo da utilizzare criticamente gli strumenti al fine di analizzare i contesti, identificare possibili soluzioni e progettare proposte digitali concrete.

 

Destinatari e sbocchi occupazionali

Le figure professionali che il Master aspira a formare sono chiamate ad applicare le loro competenze trasversali e progettuali in una vasta gamma di contesti aziendali volti a gestire e indirizzare lo sviluppo di processi di innovazione sostenibili. Questi ruoli strategici rientrano in una serie di carriere emergenti, tra le quali:

  • Service Designer, colui/colei che progetta l’organizzazione di persone, infrastrutture e strategie comunicative di un servizio con lo scopo di migliorare l’interazione tra cliente e attività;
  • User Experience Designer, colui/colei che è in grado di organizzare in modo coerente e funzionale tutti i punti di contatto dell’utente con il servizio;
  • Innovation Designer, colui/colei che utilizza una serie di strumenti per supportare i team e le organizzazioni durante processi di transizione verso la digitalizzazione;
  • Data Project Manager, colui/colei che definisce gli strumenti per creare e integrare dati e informazioni e identifica modalità innovative di utilizzo;
  • Prospective Analyst, colui/colei che è in grado di prevedere il futuro di un’organizzazione e di valutare gli impatti delle sue attività;
  • New Business Model Manager, colui/colei che identifica nuove strategie di business e modelli di sviluppo per il futuro dell’organizzazione;
  • Resilient Manager, colui/colei che è in grado di identificare nuove strade per la trasformazione del core business di un’organizzazione, coinvolgendo in maniera trasversale tutti i livelli;
  • Social Media Manager, vale a dire colui/colei che è in grado di utilizzare in modo efficace i diversi social media per la comunicazione e l’interazione con le persone;
  • Creative Technologist, vale a dire colui/colei che identifica tecnologie digitali per l’innovazione di specifici processi di un’organizzazione o per l’interazione con il cliente finale.

Ammissione

I candidati al Master devono essere in possesso di Laurea Triennale (requisito minimo per l’ammissione al Master) o Specialistica, di Laurea Magistrale e/o di Laurea Vecchio Ordinamento, conseguita in una Università degli Studi della Repubblica Italiana o altro Istituto Superiore equiparato, o di altro titolo equivalente conseguito presso altra Università, anche straniera, a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.
I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno essere in possesso della dichiarazione di valore del titolo conseguito, rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del paese in cui hanno conseguito il titolo.

Retta

La retta annuale, senza agevolazioni, per l’iscrizione al Master è di € 10.000

Immatricolazione

Lo studente che desideri immatricolarsi, potrà chiedere un appuntamento con l’Ufficio Orientamento, chiamando il +39 06 94802282.

Direttore Master

Lorenza Parisi, Professoressa Associata presso Link Campus University
 

Coordinatore Scientifico:

Antonio Opromolla

 

Marzia Battaglia

Brunella Botte

Camilla Briganti

Marco Carboni

Dario Carrera

Alessandra Carriero

Gianpiero Ciorra

Massimiliano Dibitonto

Guido Fabbri

Claudia Galassini

Miriam Lepore

Giada Marinensi

Andrea Mazzeo

Manuela Minozzi

Claudia Nanni

Antonio Opromolla

Andrea Palmisano

Andrea Parente

Lorenza Parisi

Carla Pinna

Tommaso Politano

Maurizia Rosi

Silvia Ruggiero

Domenico Schillaci

Federica Tazzi

Raissa Trinci

Eliseo Sciarretta

Antonio Scuderi

Valentina Volpi

Flavia Weisghizzi

  • Principi dell’innovazione
  • Tecnologie innovative
  • Digital transformation
  • Economia dell’innovazione
  • Psicologia dell’innovazione
  • Megatrend
  • Programmi e policy di supporto all’innovazione
  • Service innovation strategy
  • Processi e tecnologie digitali per la collaborazione e il coinvolgimento nelle organizzazioni
  • Data analytics in service
  • Laboratorio: Delineare scenari di innovazione
  • Service design
  • Value creation
  • Interaction design I
  • Laboratorio: Progettare l’interazione nei servizi innovativi
  • Customer & user experience
  • Interaction design II
  • Visual design
  • Laboratorio: Prototipare servizi innovativi
  • Digital marketing
  • Community management
  • Social media strategy
  • Digital & interactive storytelling
  • Engagement & gamification
  • Laboratorio: ideare e realizzare un piano di marketing e comunicazione

Ciascun partecipante al master è chiamato ad elaborare un Project Work formativo professionalizzante coerente con i temi trattati dal corso.

Il progetto finale ha lo scopo di proporre una o più soluzioni innovative e/o migliorative attraverso l'approfondimento di variabili di contesto, processi e modelli applicativi. Può prevedere, infatti, sia l'innovazione di un’attività, sia l'impostazione o il cambiamento di una struttura organizzativa, o ancora il miglioramento di una nuova procedura operativa o lo sviluppo di un nuovo processo.

Il PW può essere individuale o di gruppo, in quest'ultimo caso l'apporto individuale sarà oggetto di valutazione specifica.

LINK SWITCH FORMULA

Per l’Anno Accademico 2020/21 Link Campus University ha progettato la Link Switch Formula per venire incontro alle nuove esigenze degli studenti offrendo un alto livello di insegnamento e un ambiente di apprendimento sicuro. Puoi scegliere tra la formula Smart, con la quale segui tutte le lezioni in diretta dal tuo computer con un professore in live streaming, e la formula SafeClass, modalità di lezione in presenza in una miniclasse di massimo 25 studenti. Sarà facile passare dall’una all’altra modalità in qualsiasi momento, a seconda delle necessità.

Richiedi Informazioni